fbpx

50 curiosità sul Veneto

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email

Indice

Neanche tempo di finire la scorpacciata di curiosità sul Friuli Venezia Giulia che è già tempo di ripartire con la nostra rassegna dedicata alle curiosità sulle regioni italiane. Questa volta scavalchiamo il confine occidentale e ci catapultiamo nella regione Veneto, una delle regioni più ricche di storia, cultura e curiosità della nostra penisola! Come nel caso del Friuli Venezia Giulia quello che vogliamo fare è creare la raccolta più completa di fatti e curiosità sul Veneto!

Iniziamo!

 

Curiosità sul Veneto

Come nel caso del Friuli Venezia Giulia, abbiamo diviso questa raccolta di curiosità sul Veneto in 4 macro argomenti, per rendervi la fruizione più facile e veloce.

Curiosità storiche

 

leone di Venezia
leone di Venezia
  1. L’origine del nome
    Il nome della regione Veneto deriva dal termine con cui venivano chiamati i primi abitanti di questa terra: i Veneti. Essi insediarono queste terre poco dopo la metà del II millennio a.C., quindi oltre 4000 anni fa.
  2. Una repubblica millenaria
    La Serenissima, ufficialmente Repubblica di Venezia, fu una delle più lunghe forme di governo ininterrotte. Durò per 1100 anni, dal 697 al 1797.
  3. Una delle 4 repubbliche marinare
    Una di quelle cose che tutti studiamo a scuola. Unitamente a Genova, Pisa e Amalfi, Venezia fece parte delle repubbliche marinare.
  4. La caduta della Serenissima
    La caduta della Serenissima avvenne in circostanze strane nelle quali, effettivamente, i dogi non hanno avuto molta voce in capitolo. A seguito della inarrestabile avanzata di Napoleone, Venezia capitolò senza quasi sparare un colpo e l’intera repubblica di Venezia divenne poi oggetto delle trattative tra Francesi ed Austro Ungarici durante la stipula del trattato di Campoformido. Da quale momento la repubblica passò sotto dominazione Austriaca.
  5. Il libro matematico più antico dell’occidente
    A Treviso è custodito “L’arte dell’abaco” un libro risalente al 1478 che è ritenuto essere uno dei più antichi al mondo, nonchè il più antico in materia scientifica!
  6. L’Università di Padova è tra le più antiche al mondo
    L’Università, fondata nel 1222 è la seconda università più antica d’Italia ed è stata la prima al mondo ad accettare studenti ebrei nonchè la prima nella quale si laureò una donna!
  7. La prima donna laureata al mondo
    Elena Lucrezia Cornaro Piscopia era il nome della donna che sfidò le autorità del tempo laureandosi nel 1678 all’Università di Padova, divenendo così la prima donna laureata al mondo. L’evento fu talmente tanto rivoluzionario che ancora oggi si trovano targhe in onore di Elena Lucrezia
  8. Le gallerie nel ghiacciaio della Marmolada
    Durante la grande guerra i genieri dell’esercito austroungarico si rifugiarono all’interno del ghiacciaio della Marmolada per proteggersi dai colpi delle truppe italiane. Vi scavarono circa 10km di gallerie (attualmente quasi del tutto andate perse a causa dello scioglimento dei ghiacci). Una vera e propria città, che in effetti chiamarono, in tedesco, Eisstadt (“Città di Ghiaccio”). Questa curiosità è condivisa con il Trentino Alto Adige
  9. Il ghetto ebraico più antico d’Europa
    Si trova a Venezia e venne istituito nel XIII secolo.
  10. Il casinò più antico del mondo
    Sempre a Venezia si trova anche il casinò più antico del mondo, fondato nel 1638
  11. Il Piave: fiume sacro alla patria
    Il fiume Piave è uno dei più celebri fiumi d’italia, non tanto per le sue dimensioni o le sue piene da record, quanto per la storia che lo ha visto partecipe ad inizio novecento. Dopo la disfatta di Caporetto, infatti, l’esercito italiano dovette ritirarsi di centinaia di chilometri trovando nel Piave un grande alleato lungo il quale poter imbastire una linea difensiva che si rivelò, in effetti, risolutiva. Lungo il piave si combatterono alcune delle più celebri battaglie della prima guerra mondiale al punto che ora il fiume viene ritenuto sacro alla patria. Celebre la canzone che ne decanta l’importanza!

Curiosità geografiche

 

Centro di Vicenza
Centro storico di Vicenza
  1. Il Veneto è la regione Italiana più visitata
    Sia considerando i turisti italiani che quelli stranieri il Veneto è la regione più visitata d’Italia. A questo record contribuisce notevolmente Venezia che, tuttavia, non è l’unica degna portatrice di questo encomiabile traguardo.
  2. In Veneto ci sono 5 delle 10 città più visitate d’Italia
    Come dicevamo nel punto precedente il Veneto non è apprezzato solo per la splendida Venezia, ma anche per le sue località di mare che, ogni estate, attirano milioni di turisti in paesi che, altrimenti, conterebbero qualche migliaio di abitanti! Oltre a Venezia, che conta 11 milioni di turisti all’anno, vi sono anche le città di mare, affacciate sul Mare Adriatico, di Cavallino-Treporti (sesto, con 6.3 milioni di visitatori), San Michele al Tagliamento (settimo con 5.7 milioni), Jesolo (ottavo con 5.6 milioni) ed infine Caorle (nona con 4.4 milioni). Queste piccole città surclassano metropoli come Torino, Verona, Napoli o Bologna per citarne alcune!
    Oltre ad esse vi sono anche numerose altre tappe molto attrattive come Cortina d’Ampezzo, Verona o Vicenza, per citarne alcune.
  3. Il Veneto è la sesta regione più visitata in Europa
    Tutti questi turisti (nazionali ed internazionali) rendono il Veneto la sesta regione più visitata in Europa, preceduta solo dalle Canarie, la Costa dalmata, le Baleari, la Catalogna e l’Ile de France.
  4. I borghi più belli d’Italia
    Oltre alle grandi città e alle località di mare, il Veneto annovera anche 10 dei borghi più belli d’Italia.
    Quattro di essi si trovano in provincia di Treviso (Portobuffolè, Asolo, Cison di Valmarino e Follina), due in provincia di Padova (Montagnana e Arquà Petrarca), due in provincia di Belluno (Mel e Sottoguda) e due in provincia di Verona (Borghetto e San Giorgio)
Borghetto sul Mincio
Borghetto sul Mincio
  1. I patrimoni UNESCO
    Il Veneto annovera anche una buona quantità di patrimoni UNESCO. Il primo fra tutti è, ovviamente, la laguna di Venezia (e Venezia stessa). Dopodichè vi sono la città di Verona, la città di Vicenza, le ville palladiane in provincia di Vicenza, il giardino botanico di Padova, la via del Prosecco nella zona di Conegliano Valdobbiadene e le dolomiti, patrimonio condiviso con Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige tra le quali spiccano le Tre cime di Lavaredo, il Cristallo e la già citata Marmolada.
    Una piccola parentesi vogliamo dedicarla alle ville palladiane edificate attorno al XV secolo da Palladio, probabilmente uno degli architetti più influenti in Italia di tutti i tempi e di certo uno di quelli che scrisse la nostra storia dell’architettura.
  2. L’orto botanico più antico al mondo
    Il motivo per cui l’orto botanico di Padova è tra i patrimoni UNESCO è presto detto: è il più antico al mondo, datato 1545.
  3. Le isole di Venezia
    Venezia è costruita su 124 isole collegate da 417 ponti. Tra essi i famosi ponti di Rialto, “dei sospiri” e “delle tette” (quest’ultimo segnava l’ingresso al quartiere a luci rosse)
  4. Emigrazione da record
    3.300.000. Questa è la quantità di persone che si stima siano emigrate dal veneto nel periodo tra il 1876 al 1976. Di gran lunga la regione con la maggior quantità di migranti visto che la seconda regione, la Campania, vide una migrazione di circa 2.500.000 persone.
  5. L’arena di Verona
    La celebre arena di Verona è l’anfiteatro romano meglio conservato al mondo ed è il più conosciuto insieme, ovviamente al Colosseo di Roma.
  6. Il monte più alto delle dolomiti
    Il monte più alto delle dolomiti, la Marmolada, si trova al confine tra Veneto e Trentino Alto Adige, a cavallo tra la provincia di Belluno e quella di Trento. E’ alta 3343 metri.
  7. Il lago più grande d’Italia
    Forse è una curiosità ovvia, ma è bene ribadirla: al confine tra Veneto, Trentino Alto Adige e Lombardia si trova il lago di Garda, il lago più grande d’Italia
  8. Il fiume più lungo d’Italia
    Altrettanto superflua, forse, la curiosità relativa la fiume più lungo d’Italia che, sebbene per un piccolo tratto in provincia di Rovigo, attraversa anche la regione Veneto. Ah, stiamo parlando ovviamente del fiume Po
 curiosità sul Veneto: l'arena di Verona
L’arena di Verona

Curiosità amministrative

  1. La provincia più estesa è quella di Belluno
    Che tuttavia è anche la meno popolosa
  2. La provincia più popolosa è quella di Padova
    Con circa 937.908 persone, circa 1/5 della popolazione veneta vive in provincia di Padova
  3. Venezia non è solo isole
    A rendere Venezia il comune più popoloso del Veneto, nonchè l’undicesimo più popoloso d’Italia, sono le numerose frazioni, la più importante delle quali è, ovviamente, Mestre.

Costumi e leggende del Veneto

Una raccolta di curiosità sul veneto non può mancare di notizie riguardanti record, leggende e origini usi e costumi che, ad oggi, vengono dati per assodati.

  1. I Schei
    “Schei” è il termine con il quale a Venezia (e abbastanza diffusamente in tutto il veneto) vengono chiamati i soldi. Questo termine deriva dalla parola Scheid.munz, abbreviazione del tedesco Scheidemünze impressa sulle monete austro-ungariche durante l’impero. Ad oggi viene indicata anche per indicare cose di piccole dimensioni o poco valore.
  2. Gardaland da record
    Il parco di divertimenti di Gardaland, è probabilmente il più noto d’Italia. Tuttavia forse non sapete che è tra i 10 parchi con il maggior fatturato al mondo, nonchè l’ottavo per numero di visitatori in tutta Europa!
  3. La pianta rara custodita a Gardaland
    Gardaland detiene anche un’altra peculiarità: all’intero della sua proprietà è custodita la Wollemia Nobilis, una conifera tanto rara che si stima ve ne siano meno di 100 esemplari al mondo! Un altro buon motivo per visitare questo fantastico parco!
  4. Le origini di Pierre Cardin
    Il famoso stilista dal nome che suona francesce in verità si chiama Pietro Cardin e proviene da San Biagio di Callalta, in provincia di Treviso.
  5. Bere un’ombra
    A Venezia si è soliti dire “bere un ombra”, frase che significa “bere un bicchiere di vino”. Questo detto deriva dal fatto che, un tempo, i venditori di vino erano soliti radunarsi in piazza San Marco dove si appostavano con i loro carretti sotto l’ombra del campanile di San Marco per trovare riparo dal sole.
  6. L’acqua alta
    Con il termine acqua alta si identifica una particolare condizione che si presenta a venezia, quando l’acqua, per effetto delle maree ed altri fenomeni naturali, sale notevolmente sopra il livello del mare.
    Si inizia a parlare di acqua alta quando questa supera di 80 cm il livello del mare. Quando il livello supera i 140 cm, oltre 50% della città è allagato
  7. L’acqua alta dei record
    Proprio qualche mese fa abbiamo assistito ad una marea da record, che ha portato enormi disagi nella città di Venezia. Tuttavia questa non è riuscita a battere (fortunatamente) il record stabilito nel 1966 quando la marea raggiunse i 194 cm di altezza e devastò numerose perle di Venezia, sommergendo piazza San Marco e allagando Palazzo Ducale!
  8. Il galateo venne scritto a Nervesa della Battaglia
    A Nervesa della Battaglia, più precisamente nell’abbazia di Sant’Eustachio (posto bellissimo che vi invitiamo a visitare), venne scritto il Galateo di Giovanni della Casa.
Abbazia di Sant'Eustachio: curiosità sul veneto
Abbazia di Sant’Eustachio
  1. A Treviso sono sepolti alcuni “figli illustri”
    Nel duomo si possono infatti visitare le reliquie di Pietro figlio di Dante Alighieri e di Francesca figlia di Francesco…Petrarca.
  2. La piscina più profonda al mondo
    A Montegrotto Terme, in provincia di Padova, si trova la piscina più profonda al mondo. 42 metri di profondità, intervallati da vere e proprie grotte sottomarine, utilizzati dai sommozzatori per allenarsi alle discese estreme!
  3. I cimbri
    I cimbri sono una minoranza etnica di origine germanica che parla una lingua propria (il cimbro appunto) stanziata tre le province di Vicenza, Verona e nell’altopiano del cansiglio, in provincia di Treviso.
  4. Il leone di San Marco
    Il simbolo veneziano per eccellenza è il leone di San marco. Apparso già attorno al 1200, iniziò ad essere usato a partire dal XV secolo su bandiere e gonfaloni. Esso è rappresentato in ogni territorio dominato dalla repubblica di Venezia, generalmente con un libro e/o una spada. Ogni tipologia di rappresentazione, infatti, aveva un significato ben preciso, o l’ha assunto nell’immaginario comune postumo:
    • solo libro aperto: simbolo della sovranità dello Stato
    • solo libro chiuso: simbolo della sovranità delegata e quindi delle pubbliche magistrature
    • libro aperto e spada a terra (non visibile): simbolo di condizione di pace per la Serenissima
    • spada impugnata e libro chiuso: simbolo della condizione di guerra
    • libro aperto e spada impugnata: simbolo della pubblica giustizia.
  5. La mostra del cinema più antica d’Europa
    La mostra del cinema di Venezia, una delle più importanti rassegne al mondo, è la più antica d’Europa e la seconda più antica al mondo. La prima edizione risale al 1932, mentre gli Oscar sono datati 1929
  6. Strade e piazze a Venezia
    A Venezia strade e piazze assumono nomi particolari.
    Campi e campielli prendono il posto di piazze e piazzette, calli e salizade quello di vie e viali. Le fondamenta poi sono le vie che costeggiano i canali, mentre i rami sono i piccoli e stretti passaggi laterali.
  7. La regata delle Befane
    Rimaniamo a Venezia per parlarvi della regata delle befane, una simpatica manifestazione che si tiene ogni 6 Gennaio in cui decine di persone vestite da befane si fiondano nei canali per creare una scenografica regata a tema!
  8. “Ciao” deriva dal Veneziano
    La parola “ciao” deriva dal termine veneto (più specificamente veneziano) s’ciao ([ˈst͡ʃao]), proveniente dal tardolatino sclavus, traducibile come “[sono suo] schiavo”. “Servus” il saluto usato, per esempio, in Austria, ha la stessa origine.
  9. La bucolica osteria ai pioppi
    In provincia di Treviso si trova un’osteria molto particolare: l’osteria ai pioppi. Il proprietario, ormai diverse decine di anni fa, decise di accostarle un vero e proprio parco divertimenti. La peculiarità di questo parco sta nel fatto che è stato costruito a mano in mezzo al bosco e funziona senza elettricità. Ah…l’accesso è pure gratuito!
  10. Il carnevale di Venezia
    Il carnevale di Venezia è uno dei più noti carnevali del mondo, secondo solo a quello di Rio de Janeiro. Ogni anno migliaia di persone si riversano tra le calli della città vestiti in maschera per celebrare questa festa che è un vero e proprio evento. Emblematico è il tradizionale volo dell’Angelo.
  11. Lo spritz
    Il celebre aperitivo, consumato in tutto il triveneto e specialmente nella regione Veneto, nacque a Padova! Nella città del Santo nacque il liquore Aperol.
  12. I Pink Floyd a Venezia
    Il concerto gratuito dei Pink Floyd a Venezia è tutt’oggi riconosciuto come uno degli eventi più grandiosi di sempre. 200.000 persone si raccolsero a Piazza San Marco e nei dintorni per assistere ad uno spettacolo unico nel suo genere.
    L’evento fu finanziato dalla Rai che ne trasmise la diretta in tutto il mondo, compresa l’Unione Sovietica (in differita) e, contemporaneamente nelle due Germanie “per la prima volta riunite dalla musica”. Si stima che a livello mondiale il concerto sia stato seguito da 100 milioni di spettatori, di cui 27 milioni nei soli Stati Uniti d’America.
  13. I numerosi ruoli di Giacomo Casanova
    Giacomo Casanova è una delle più importanti figure Veneziane del XVIII secolo. Principalmente noto come seduttore, egli fu anche avventuriero, filosofo, scrittore, alchimista, diplomatico e addirittura agente segreto.
  14. Il ponte dei sospiri: perchè si chiama così?
    Il ponte dei sospiri è uno dei più celebri di Venezia e collega Palazzo Ducale alle Prigioni Nuove. Serviva proprio da passaggio per i reclusi i quali potevano recarsi dagli uffici degli inquisitori di stato alle prigioni attraversando il ponte. Il nome deriva proprio dai sospiri e dai lamenti dei reclusi che quotidianamente lo percorrevano.
  15. The Venetian: la riproduzione di Venezia a Las Vegas
    L’hotel a 5 stelle più grande degli Stati Uniti d’America è il The Venetian. Esso riproduce diverse opere d’arte veneziane, come il Ponte di Rialto, il campanile di San Marco e al suo interno presenta laghi e canali artificiali che vengono percorsi da gondole!
  16. I cibi tipici
    In Veneto hanno origine numerosi cibi conosciuti in tutta Italia. Alcuni di questi sono il formaggio Asiago, il “Bastardo” del Monte Grappa, il formaggio Piave, il radicchio rosso di Treviso e l’asparago bianco di Bassano del Grappa.
Venezia curiosità sul veneto
Venezia curiosità sul veneto

Conclusioni: le curiosità sul Veneto

Siamo giunti anche al termine di questa rassegna lunghissima di curiosità sul Veneto che speriamo abbiano colto il vostro interesse e vi abbiano dato spunti nuovi su posti da vedere e scoprire.

Fonte foto: scatti personali e pixabay

Articoli recenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Galleria di Instagram:
perchè curarla è cruciale

Inserisci la tua mail e ricevi gratuitamente il nostro ebook che ti aiuterà a migliorare la tua gallery di Instagram

Articoli correlati

Indice

Iscriviti alla newsletter

Ricevi ogni settimana una guida, un suggerimento, un consiglio su come gestire al meglio la tua presenza su Instagram.